L’Avvocato del Martedì_ SERVITU’ DI PASSAGGIO, LA TUTELA DEL PROPRIETARIO DEL FONDO SERVENTE.

Avvocato Francesca Paola Quartararo

Cosa è la servitù?
L’art. 1027 c.c. descrive la servitù come il “peso imposto sopra un fondo per l’utilità di un altro fondo apparentemente a diverso proprietario”. Il rapporto di servitù tra fondi vicini o limitrofi si incentra sull’utilitas, attuale o futura, che il fondo dominante ottiene sul fondo servente (il quale subisce la limitazione). Pertanto è palese la correlazione esistente tra servitù e fondo, tale che l’alienazione della servitù potrà avvenire solo congiuntamente a quella del fondo.

L’Avvocato del Martedì_ DONNA INCINTA NEL MONDO DEL LAVORO: E’ causa di licenziamento?

IMG_20170116_210535_764

In Italia quasi due terzi dei lavoratori inattivi sono donne. A fine settembre scorso risultavano infatti inattive circa 9,2 milioni di donne di età compresa tra i 15 e i 64 anni (più o meno la popolazione del Portogallo) e pari al 64,7% del totale di italiani inattivi. E’ il dato che emerge da un rapporto sull’universo femminile in Italia realizzato dal Servizio studi di Bnl, guidato dall’economista Giovanni Ajassa.

L’Avvocato del Martedì_ DIRITTI E DIGNITA’: Le Carceri un confronto tra libertà ed arbitrio.

L’Avvocato del Martedì_ DIRITTI E DIGNITA’: Le Carceri un confronto tra libertà ed arbitrio.

L’Avvocato del Martedì: Questione di Mobbing sul posto di lavoro.

Avvocato Francesca Paola Quartararo

Infatti a tal proposito la Corte di Cassazione sez. lavoro con sentenza n. 74/2017 ha affermato “anche in caso di vessazioni tra colleghi è colpevole il datore inerte che non rimuove i fatti lesivi o le condizioni ambientali idonei a determinarli”. Anche il comportamento vessatorio dei colleghi di lavoro può integrare una condotta di mobbing datoriale, laddove quest’ultimo sia rimasto colpevolmente inerte non rendendo possibili, ma, anzi contribuendo a determinarli.
Tra questi, ad esempio, il richiedere giustificazioni a causa dell’assenza del lavoro, la contestazione disciplinare per il ritardo nell’invio del certificato medico, la revoca delle ferie già concesse e la mancata concessione dei permessi sindacali.

L’Avvocato del Martedì: DIRITTO DEL LAVORO – L’IMPRENDITORE HA IL POTERE DI LICENZIARE IL LAVORATORE SOLO PER AUMENATRE I PROFITTI AZIENDALI

img_20170102_215755_280

“ Il conto lo paga chi mangia, ma un cattivo chef va licenziato” (cit. S. Benni)

La Cassazione riscrive il diritto del lavoro, la sentenza degli ermellini (sentenza n. 25201 del 7 dicembre 2016), stabilisce che il rapporto lavorativo può essere interrotto non solo in cado di difficoltà economiche, ma anche se il datore decide di fare a meno di una funzione per incrementare la propria redditività.

L’Avvocato del Martedì: E’ possibile ottenere un risarcimento del danno da vacanza rovinata? DANNO DA VACANZA ROVINATA.

img_20161226_180556_945

Eccoci, al nostro appuntamento settimanale con L’AVVOCATO DEL MARTEDI’.

L’art. 47 del Codice del Turismo (D.lgs. n. 79/2011) definisce il “danno da vacanza rovinata” come un “risarcimento del danno correlato al tempo di vacanza inutilmente trascorso ed all’irripetibilità dell’occasione perduta”, a patto che l’inadempimento sia “di non scarsa importanza”.

L’Avvocato del Martedì: SIMBOLOGIA E TRADIZIONE, IL VERO SIGNIFICATO DEL NATALE.

Avvocato Francesca Paola Quartararo

Eccoci, con un appuntamento “straordinario” con l’Avvocato del Martedì.

“A me piace prendere il Natale un po’ alla volta, per tutto l’anno. E perciò mi lascio trasportare fino ad arrivare alle vacanze – lascio che mi colgano di sorpresa – svegliandomi un bel giorno e dicendo improvvisamente a me stesso: “Caspita, questo è il giorno di Natale” (Cit. Ray Stannard Baker).

L’AVVOCATO DEL MARTEDI’: GESTIONE DEI RAPPORTI GERARCHICI NELL’AMBITO DELLE ATTIVITA’ LAVORATIVE CONNESSE AL CONDOMINIO.

2016-12-19-23-04-22

Una recente indagine dell’Euro-Istat (dell’anno precedente) ha indicato che circa il 54% degli italiani vive in un condominio, una percentuale tra le più alte in Europa e significative al di sopra della media comunitaria. In relazione al considerevole numero di persone che vivono in condominio quindi, è inevitabile pensare a questa realtà non solo come luoghi di residenza, ma anche come veri e propri luoghi di lavoro, in cui prestano la loro opera soggetti diversi ed eterogenei quali, portiere, addetti ai servizi di pulizia, giardiniere e lavoratori temporanei addetti alle manutenzioni periodiche (ascensori e caldaie) e straordinaria (riparazioni o ricostruzioni di parti comuni).

Convegno UNAI: Gestione dei rapporti condominiali nell’attività lavorative connesse al condominio

Avvocato Francesca Paola Quartararo

GESTIONE DEI RAPPORTI GERARCHICI NELL’AMBITO DELLE ATTIVITA’ LAVORATIVE CONNESSE AL CONDOMINIO.
Una recente indagine dell’Euro-Istat (dell’anno precedente) ha indicato che circa il 54% degli italiani vive in un condominio, una percentuale tra le più alte in Europa e significative al di sopra della media comunitaria.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi