L’Avvocato del Martedì_TRE GIORNI DI ASSENZA INGIUSTIFICATA LEGITTIMANO IL LICENZIAMENTO?

2016-11-14-21-51-41

Cosa s’intende per assenza ingiustificata?
Si ha assenza ingiustificata quando il lavoratore che non si presenti a lavoro ed al contempo non adduca alcuna motivazione a giustificazione della propria assenza. Sono necessari due elementi affinché ricorra la fattispecie: non basta infatti che il lavoratore manchi di recarsi sul posto di lavoro, ma occorre altresì che, nel fare ciò non giustifichi il proprio comportamento. Generalmente sono i Contratti Collettivi a prevedere che dopo un certo numero di giorni in cui il dipendente non si sia presentato a lavoro, l’azienda possa procedere al licenziamento.

L’Avvocato del Martedì – Dimissioni volontarie: Chi ha diritto all’indennità di disoccupazione?

img_20160912_213025

I lavoratori che perdono il posto di lavoro hanno diritto all’indennità di disoccupazione, un trattamento economico sostitutivo della retribuzione erogato dall’INPS. In questo modo il lavoratore percepisce un assegno che riduce gli effetti negativi della mancanza di un lavoro. Il sussidio è volto a tutelare chi ha perso il lavoro involontariamente.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi