L’AVVOCATO DEL MARTEDI’_ RISARCIMENTO DEL DANNO DERIVANTE DA ABUSO EDILIZIO.

Avvocato Francesca Paola Quartararo

La rubrica dell’avvocato del Martedì _ a cura dell’avvocato Francesca Paola Quartararo

Cosa è l’abuso edilizio?
L’abuso edilizio si ha qualora esista un intervento realizzato in assenza o in difformità di una previa autorizzazione, quale può essere un permesso di costruire – quell’atto amministrativo richiesto all’autorità comunale e dallo stesso rilascio, che abilita l’esecuzione di un intervento edilizio in conformità alle norme di edilizia) oppure, interventi che comportano la realizzazione di una costruzione diversa rispetto a quanto previsto dal permesso concesso.
Quando il dirigente – responsabile dell’ufficio competente e/o il vicino di casa accerta l’esecuzione di interventi in assenza di permesso o realizzati in difformità all’accordo concesso, ingiunge il proprietario dell’immobile ove posto l’abuso di rimuoverlo o demolirlo. Se il proprietario dell’immobile non dovesse provvedere al ripristino dello stato dei luoghi nel termine ordinario di novanta giorni dall’ingiunzione l’autore dell’abuso va incontro alle seguenti sanzioni:
 Demolizione della costruzione irregolare e rimessa in ripristino dello stato dei luoghi;
 in caso di non avvenuta demolizione acquisizione al patrimonio comunale;
 pagamento, in alternativa alla demolizione, di una sanzione amministrativa pecuniaria commisurata all’entità dell’abuso o all’incremento del valore venale del bene.
L’abuso edilizio è un reato punito in sede penale sia con una sanzione amministrativa, commesso da chi effettua un intervento sul territorio senza averne l’autorizzazione…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi